Tutti gli articoli

Stampa 3D additiva in sinterizzazione

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La stampa 3D per sinterizzazione è un processo produttivo che consente accuratezze fino a 0,1 mm ed è particolarmente indicata per lavorazioni che debbano trovare un equilibrio tra l’accuratezza della realizzazione ed il contenimento dei costi.

La stampa 3D per sinterizzazione è un processo produttivo che consente accuratezze fino a 0,1 mm ed è particolarmente indicata per lavorazioni che debbano trovare un equilibrio tra l’accuratezza della realizzazione ed il contenimento dei costi.
E’ la tecnologia d’elezione per tutte le attività di produzione master nel campo delle fusioni e in quei settori dove non è richiesta precisione spinta.
Il volume di lavoro di 300x300x600 millimetri la rende perfetta per la riproduzione di manufatti artistici di medie dimensioni.
Questo tipo di tecnologia si inserisce tra la stampa a fotopolimeri, rispetto alla quale perde in precisione ma riduce i costi, e la prototipazione sottrattiva, rispetto alla quale può realizzare oggetti con geometrie molto complesse. l'immagine in figura mostra una macchina EOS, e la tecnologia che viene utilizzata è denominata SLS (SELECTIVE LASER SINTERING). questo processo viene utilizzato per creare oggetti solidi tridimensionali, strato per strato, da polveri di materiale plastico, metallico o ceramico che poi vengono "sinterizzate" o fuse tramite un raggio laser. La varietà dei materiali utilizzati dalla tecnologia SLS permette di affrontare una vasta gamma di applicazioni di prototipazione rapida avanzata.